top of page
  • Immagine del redattoreEko03

Il preposto somministrazione alimenti e bevande: vantaggi dell'assumere un preposto esterno


la figura del preposto somministrazione alimenti e bevande

Nel settore alimentare, garantire la sicurezza e il rispetto delle normative igienico-sanitarie è essenziale. La figura del preposto alla somministrazione gioca un ruolo cruciale in questo contesto, fungendo da garante della conformità alle leggi e delle pratiche di sicurezza alimentare all'interno delle aziende. Abbiamo scritto un articolo che offre a chiunque cerchi informazioni sul tema, una panoramica completa su questo profilo professionale, evidenziandone compiti, responsabilità e vantaggi.


Indice

  1. Definizione del Preposto alla Somministrazione

  2. La figura del preposto è obbligatoria per legge?

  3. Obblighi e Responsabilità del Preposto

  4. Nomina di un preposto esterno

  5. Conclusione


Chi è il preposto alla somministrazione di alimenti e bevande?

Il preposto alla somministrazione di alimenti e bevande è la figura che si assume la responsabilità diretta delle attività di gestione e controllo in una struttura che opera nel settore alimentare. La sua presenza è fondamentale per garantire che tutte le operazioni di somministrazione siano svolte in conformità con le leggi vigenti, mirando alla salvaguardia della salute pubblica. Questo ruolo non solo assicura il rispetto delle normative ma rappresenta anche un punto di riferimento essenziale per tutto il personale coinvolto nei processi di lavorazione e vendita degli alimenti.


Ruolo e Competenze del Preposto

Il preposto è colui che, all'interno dell'azienda alimentare, ha il compito di implementare e mantenere il sistema di autocontrollo basato sui principi HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points), un approccio sistemico per garantire la sicurezza alimentare dalla produzione al consumo finale. Le sue competenze spaziano dalla conoscenza approfondita delle normative vigenti in materia di igiene alimentare, alla capacità di formare e informare il personale sull'importanza del rispetto di tali norme.


La figura del preposto è obbligatoria?

La figura del preposto alla somministrazione di alimenti e bevande è definita e regolamentata da specifici regolamenti e leggi che ne delineano i requisiti, le responsabilità e le funzioni all'interno delle attività commerciali nel settore alimentare. Un aspetto chiave di questa regolamentazione è il Decreto Legislativo n. 59 del 26 marzo 2010, che al comma 6 dell'art. 71 stabilisce i requisiti professionali necessari per esercitare attività di commercio relativo al settore merceologico alimentare e di somministrazione di alimenti e bevande.


Questi requisiti includono la partecipazione e il superamento di corsi professionali specifici per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti, riconosciuti dalle regioni o dalle province autonome, oppure avere accumulato esperienza lavorativa qualificata nel settore alimentare per almeno due anni nel quinquennio precedente. In alternativa, è possibile ricoprire questa posizione avendo in possesso un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, con indirizzo compatibile con le attività di commercio, preparazione o somministrazione degli alimenti.


Questa normativa assicura che chi svolge il ruolo di preposto possieda le competenze e le conoscenze necessarie per garantire la sicurezza alimentare e il rispetto delle normative igienico-sanitarie all'interno dell'attività commerciale. La figura del preposto, pertanto, diventa cruciale per la corretta gestione delle procedure di pulizia e sanificazione, il controllo della catena del freddo, l'etichettatura dei prodotti, la formazione del personale e la gestione di eventuali problematiche legate alla sicurezza alimentare.

Il riconoscimento e la regolamentazione della figura del preposto testimoniano l'importanza attribuita dalla legge alla sicurezza e alla qualità nell'ambito della somministrazione di alimenti e bevande, ponendo le basi per un settore alimentare più sicuro e responsabile.


Il corso SAB

La vendita di prodotti alimentari è strettamente regolamentata e richiede l'ottenimento di specifiche licenze sanitarie, il cui tipo varia in base alla natura dell'attività esercitata. Una delle licenze più note è quella SAB (Somministrazione Alimenti e Bevande), indispensabile per chi gestisce bar, ristoranti e simili. Ottenere questa licenza implica la dimostrazione di possedere le competenze necessarie in materia di sicurezza alimentare, spesso attestata attraverso la frequenza di un corso specifico.


Questo corso che di solito viene frequentato dal titolare di un'attività alimentare è molto costoso per questo motivo spesso gli imprenditori decidono di nominare un consulente esterno come preposto in modo da avere una figura responsabile e preparata.


Obblighi e Responsabilità del Preposto

La figura del preposto all'interno di un'azienda alimentare porta con sé una serie di obblighi e responsabilità cruciali per garantire la sicurezza e la conformità delle pratiche alimentari. Questi obblighi non sono solamente prescritti per adempiere alle normative vigenti, ma sono essenziali per proteggere la salute dei consumatori e preservare la reputazione dell'azienda.

Monitoraggio e Implementazione delle Normative

Uno degli obblighi fondamentali del preposto è il monitoraggio costante dei processi produttivi e di somministrazione per assicurarsi che rispettino le normative igienico-sanitarie. Questo include la verifica che le procedure di lavoro siano in linea con i principi dell'Analisi dei Rischi e dei Punti Critici di Controllo (HACCP), un approccio sistemico per identificare, valutare e controllare i rischi significativi per la sicurezza alimentare.

Formazione e Sensibilizzazione del Personale

Il preposto ha anche la responsabilità di organizzare sessioni di formazione per il personale, mirate a diffondere la conoscenza e la comprensione delle buone pratiche di produzione, conservazione e somministrazione degli alimenti. Questa formazione dovrebbe coprire temi come la corretta gestione degli allergeni, le procedure per prevenire la contaminazione incrociata e l'importanza del mantenimento della catena del freddo. Assicurare che il personale sia adeguatamente formato non solo aiuta a prevenire incidenti alimentari, ma contribuisce anche a promuovere una cultura aziendale incentrata sulla qualità e sulla sicurezza.

Gestione delle Emergenze e dei Rischi

Una responsabilità critica del preposto è la gestione delle emergenze alimentari, che richiede un'azione tempestiva ed efficace in caso di potenziali rischi per la sicurezza alimentare. Questo può includere il ritiro di prodotti contaminati o non conformi, la comunicazione con le autorità sanitarie e la gestione della comunicazione di crisi verso i consumatori. È essenziale che il preposto abbia una buona capacità di valutazione dei rischi e di decisione per mitigare rapidamente eventuali pericoli che possano compromettere la sicurezza dei prodotti alimentari.

Verifica dei Fornitori e Controllo della Catena di Approvvigionamento

Il preposto deve inoltre garantire che tutti i fornitori e i prodotti acquistati rispettino gli standard di sicurezza alimentare richiesti. Questo comporta l'implementazione di un sistema efficace di verifica dei fornitori, che può includere audit sul posto, valutazioni dei sistemi di gestione della qualità del fornitore e analisi dei certificati di sicurezza alimentare. Mantenere standard elevati lungo tutta la catena di approvvigionamento è fondamentale per prevenire la contaminazione e assicurare che solo ingredienti sicuri e di alta qualità vengano utilizzati.

Responsabilità Legali e Etiche

Sul piano legale, il preposto si assume una significativa responsabilità per qualsiasi mancata conformità alle normative alimentari. Questo può comportare sanzioni, multe o, nei casi più gravi, azioni legali contro l'azienda. È quindi imperativo che il preposto agisca con la massima diligenza e professionalità, adottando un approccio proattivo per prevenire violazioni normative e proteggere i consumatori.


La nomina di un preposto esterno in alternativa al costoso corso SAB

 La buona notizia è che la legge permette questa flessibilità, consentendo alle aziende di delegare le responsabilità connesse alla sicurezza alimentare a un preposto esterno o interno all'azienda che sia già in possesso delle necessarie certificazioni, garantendo così il rispetto delle normative senza che il titolare debba personalmente sottoporsi alla formazione e assumersi una serie di responsabilità molto importanti.


Benefici dell'Esternalizzazione del Preposto

L'esternalizzazione della figura del preposto alla somministrazione di alimenti e bevande rappresenta una scelta strategica per numerose aziende del settore alimentare, offrendo una serie di vantaggi significativi che possono incidere positivamente sull'operatività quotidiana e sul rispetto delle normative vigenti.

  • Accesso a Competenze Specializzate

Uno dei principali benefici dell'esternalizzazione sta nell'accesso immediato a competenze specializzate e aggiornate. I preposti esterni, specialmente quelli forniti da aziende di consulenza qualificate come EKO03, possiedono un'ampia conoscenza delle leggi e delle prassi in materia di sicurezza alimentare. Questo livello di specializzazione garantisce che le aziende possano navigare con sicurezza nel complesso panorama normativo, evitando sanzioni e migliorando la qualità dei propri prodotti.

  • Riduzione dei Costi e delle Risorse

Affidare le responsabilità legate alla sicurezza alimentare a un preposto esterno consente anche una significativa riduzione dei costi e delle risorse interne. La formazione di un dipendente per ricoprire il ruolo di preposto, così come il mantenimento delle sue competenze attraverso corsi di aggiornamento costanti, può rappresentare un onere economico non indifferente. L'esternalizzazione elimina questi costi, consentendo all'azienda di investire risorse in altre aree strategiche.

  • Flessibilità Operativa

Un preposto esterno offre un livello di flessibilità che difficilmente si potrebbe avere con un dipendente interno dedicato. Le aziende possono usufruire di servizi su misura, adattando l'assistenza ricevuta in base alle effettive esigenze e alle variazioni stagionali dell'attività, garantendo così un supporto sempre in linea con i requisiti specifici dell'impresa.

  • Visione Esterna Obiettiva

L'apporto di un preposto esterno introduce una preziosa visione esterna e oggettiva sui processi aziendali. Questa prospettiva può rivelarsi cruciale nell'identificare aree di miglioramento che potrebbero non essere evidenti a chi è coinvolto quotidianamente nell'attività. Un preposto esterno, privo di vincoli interni e preconcetti, è in grado di fornire valutazioni imparziali e consigli basati esclusivamente sull'efficacia e sulla conformità.

  • Continuità e Affidabilità del Servizio

Optare per un preposto esterno attraverso un'azienda specializzata come EKO03 assicura una continuità e un'affidabilità del servizio che va oltre la disponibilità di un singolo individuo. Questo significa che l'azienda può contare su un supporto costante, indipendentemente da eventuali assenze o cambiamenti del personale, con un team di professionisti sempre pronto a intervenire in caso di necessità.

  • Miglioramento della Reputazione Aziendale

Avere un preposto esterno non solo assicura il rispetto delle normative ma contribuisce anche a migliorare la reputazione dell'azienda agli occhi dei consumatori e delle autorità di controllo. Dimostrare un impegno concreto verso la sicurezza alimentare attraverso la collaborazione con esperti del settore trasmette un messaggio positivo riguardo alla serietà e alla professionalità dell'impresa.


Conclusione

La figura del preposto nella gestione alimentare è indispensabile per navigare il complesso panorama normativo del settore food, garantendo sicurezza e qualità nella somministrazione di alimenti e bevande. L'opzione dell'esternalizzazione offre una soluzione efficace per soddisfare queste esigenze, con il vantaggio aggiunto dell'expertise e dell'assistenza continua. EKO03 rappresenta un partner di fiducia capace di offrire questo livello di supporto specializzato, facilitando la conformità alle normative e promuovendo l'eccellenza operativa nella tua azienda alimentare. Contattaci e scegli un futuro più sicuro e conforme per la tua attività nel settore alimentare.


46 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page